Il Papà di Dio.
Teatro e dintorni

Il Papà di Dio.

Il ricco e articolato programma di TeatrOltre – la più ampia rassegna regionale multidisciplinare di 32 appuntamenti legati a esperienze del contemporaneo promossa da AMAT con i Comuni tra i quali quello di Pesaro – volge al termine il 1 giugno n2018 a Pesaro con Il papà di Dio proposto da Teatro Rebis al termine di una residenza di allestimento alla Chiesa dell’Annunziata, spettacolo finalista del Premio In-Box 2017 … Continua a leggere

Gioie e dolori nella vita delle giraffe. Bologna.
Teatro e dintorni

Gioie e dolori nella vita delle giraffe. Bologna.

Di Gioie e dolori nella vita delle giraffe scritto da Tiago Rodrigues, personalità di spicco del panorama teatrale portoghese che alcuni ricorderanno per Três dedos abaixo do joelho andato in scena a VIE Festival nel 2013, è protagonista una bambina di nove anni: orfana di madre e figlia di uno scrittore con problemi economici, vaga per Lisbona in cerca … Continua a leggere

Les Trois Soeurs. Teatro Stabile Torino.
Scatola a 5 lati

Les Trois Soeurs. Teatro Stabile Torino.

Les Trois Soeurs, diretto dall’enfant terrible della regia internazionale Simon Stone, è oggi un’inedita versione del capolavoro del drammaturgo russo, con: Amira Casar e Céline Sallette. Con un dramma del quotidiano, del desiderio e del fallimento, Anton Čechov, e con lui il teatro moderno, entrano nel ventesimo secolo: le tre sorelle sono le protagoniste del … Continua a leggere

Il padre. Alessandro Haber.
Scatola a 5 lati

Il padre. Alessandro Haber.

Si inaugura il 16 gennaio 2018 con «Il padre» di Florian Zeller interpretato da Alessandro Haber e Lucrezia Lante Della Rovere per la regia di Piero Maccarinelli la stagione in abbonamento del Teatro Goldoni di Corinaldo proposta da Comune e AMAT con il contributo di MiBACT e Regione Marche. Primo dei cinque titoli in abbonamento «Il padre» – al Goldoni in unica data regionale – … Continua a leggere

Primo. Spettacolo dedicato a Primo Levi.
Parterre e asfalto

Primo. Spettacolo dedicato a Primo Levi.

A volte si sopravvive per poter raccontare. Primo Levi è sopravvissuto per raccontare. “Primo” vuole dare voce alla sua testimonianza, perché non si può dimenticare, non si deve. L’intensità e la leggerezza della parola di Levi, insieme alla grande valenza letteraria del suo racconto, hanno favorito il nostro lavoro e mostrato la strada da seguire. … Continua a leggere