Teatro e dintorni

“I tamburi dell’imperatore”. Isabella Carloni a Osimo.


È un suggestivo ‘percorso circolare per pubblico e due attori’ “I tamburi dell’imperatore”, spettacolo che Specchi Sonori & Rovine CircolariMarianna de Leoni, artista visiva, con il compositore Claudio Rovagna e l’attrice Isabella Carlonipropongono il 22 aprile 2016 per il cartellone Ricerca di Teatro realizzato al Teatro la Nuova Fenice di Osimo dal  Comune, A.S.S.O e AMAT.

2

Con la drammaturgia visiva di Marianna de Leoni, quella sonora di Claudio Rovagna e quella vocale di Isabella Carloni, l’originale progetto congiunto s’ispira a “L’imperatore Jones” del drammaturgo premio Nobel Eugene O’Neill. In “I tamburi dell’imperatore”, infatti, il racconto visivo, sonoro e vocale concorrono in uguale misura alla creazione rimettendo in gioco lo spazio scenico con quello del teatro. Lo spettatore è così immerso in uno spazio circolare, dove gli intrecci e le ombre del testo drammatico di O’Neill fondono e si confondono con il testo visivo e sonoro di Rovagna e de Leoni. Spazio circolare che ridà al palcoscenico l’origine di un significato che è insieme da vedere, ascoltare e vivere. Alla drammaturgia della voce di Isabella Carloni spetta il compito di renderlo vivo, di evocarlo o esplorarlo attraverso l’infinita gamma che passa tra la voce che dice e la voce che parla.

«In questo spazio-isola che coinvolge e ingloba la platea stessa – scrivono in una presentazione i drammaturghi – si muovono le figure di Jones e di Smithers (il suo alter ego o demone/accusatore), protagonisti della vicenda. Con la sfida del luogo scenico anche i sensi del dramma si frantumano e si amplificano lasciando emergere sensi nascosti: lo stesso gesto sacrificale insito nell’atto teatrale si insinua nella percezione di sé e di una realtà fatta illusione dentro e fuori dal teatro. Si affaccia dall’opera riattualizzata la condizione di un occidente assediato dalla paura di un mondo diverso che non vuole guardare le sue colpe, ma cerca di sfuggirle nel deserto vuoto di una presunta bellezza del palazzo». 

Specchi Sonori è un’associazione con sede a Osimo che persegue progetti per l’integrazione dei linguaggi artistici musicali e visivi e per la ricerca e produzione per il teatro. Ne sono fondatori sono Marianna de Leoni, regista, video scenografa e docente di Scenografia nelle Accademie di Belle Arti, e il compositore e produttore esperto di sistemi informatici per il suono Claudio Rovagna.

Cristina Capodaglio

Annunci

One thought on ““I tamburi dell’imperatore”. Isabella Carloni a Osimo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...