Parterre e asfalto

Tema: ami i Gay?


Al Ridotto del Mercadante a Napoli è andato in scena sino al 1 febbraio 2015 il romanzo capolavoro di Giuseppe Patroni Griffi: La morte della bellezza, opera sul tema dell’amore omosessuale.

La drammaturgia e la regia è di Benedetto Sicca, con Mauro Lamantia, Benedetto Sicca, scene Luigi Ferrigno costumi Zaira De Vincentiis, disegno luci Marco Giusti regista collaboratrice Cecilia Logorio.

“La visione dello spettacolo è consigliata ad un pubblico adulto”

Dice il cartellone! Ancora con queste proibizioni a teatro quando la TV sfoggia e peggiori orrori? Ma qusta è solo retorica! 
bel
Pubblicato nel 1987, La morte della bellezza è considerato il romanzo capolavoro di Giuseppe Patroni Griffi. Narra la storia romantica e crudele, tenera ed erotica tra due giovani ragazzi turbati da un’irresistibile attrazione fisica e sentimentale. La vicenda è ambientata a Napoli nello scenario desolante di una città in guerra, dove divampa l’amore tra Lilandt, un insegnante italo-tedesco, rimasto solo, dopo la morte dei genitori, ad abitare una grande villa ormai in sfacelo, e Eugenio, un bellissimo liceale napoletano. E’ scritto nel destino che i due debbano cercarsi nella città devastata e trovarsi nelle pieghe del loro essere. Nelle pagine del libro la storia della passione giovanile si intreccia con la descrizione di una città ferita e in lotta per la vita.

Cristina Capodaglio

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...