Parterre e asfalto

Natale in casa Cupiello. Roma.


“Altro è cadere in un pozzo perché si guardava un punto indeterminato, altro è cadere in un pozzo perché si guardava una stella”. (Henri Bergson)

La stella cometa non porta nessuna buona notizia, non mi interessano i buoni sentimenti. Luca Cupiello insegue la stella come le pale di un mulino a vento.
Lievita in assenza di concretezza e si riduce ad un dolore fasciato di pelle e ossa; un pater fuori ruolo che parla un’altra lingua e si muove in un altro modo.
La stella cometa illumina un presepe dietro il quale abbiamo messo tutto quello che non vogliamo vedere o che non vogliamo accettare, mentre arrivano le feste. La famiglia e le sue relazioni interne. La casa e gli equilibri che governa. Il carrozzone da trainare per un’altra madre coraggio. Quello che i genitori vogliono e quello che i figli fanno, le aspirazioni degli uni e la libertà degli altri, come si dovrebbe essere e come si vuole apparire;  vuoti  di  senso  sempre  più  difficili  da  colmare  che  diventano  risacche  di risentimento, di odio, di un perbenismo formale diventato un abito troppo stretto per le emozioni e i sentimenti. E poi i parenti, i vicini, gli altri. Generazioni si avvicendano e sono portatrici di valori diversi, distanti, inconciliabili, dagli esiti imprevedibili. Sguardi pronti a diventare giudizi e a indurci in comportamenti che qualcuno ha assunto come adeguati. Tutti sono immersi in un rituale funebre di interessi e di apparenze.
Tutti sono schiavi di un dedalo di aspettative scontate, immobili come i personaggi del presepe ma non ci sono nascite in vista. Dalle note di regia di Antonio Latella

NATALE_IN_CASA_CUPIELLO.jpg 2

Natale in casa Cupiello di Eduardo De Filippo per la regia Antonio Latella al Teatro Argentina – ROMA PER EDUARDO – in scena sino al 1 gennaio 2014

Personaggi e interpreti: Luca Cupiello, Francesco Manetti, Concetta, sua moglie, Monica Piseddu, Tommasino, loro figlio, detto Nennillo, Lino Musella, Ninuccia, la figlia, Valentina Vacca, Nicola, suo marito, Francesco Villano Pasqualino, fratello di Luca, Michelangelo Dalisi Raffaele, portiere, Leandro Amato Vittorio Elia, Giuseppe Lanino Il dottore, Maurizio Rippa Carmela, Annibale Pavone Rita, Emilio Vacca Maria, Alessandra Borgia. Drammaturga del progetto Linda Dalisi. Scene Simone Mannino e Simona D’Amico. Costumi Fabio Sonnino. Musiche Franco Visioli. Luci Simone De Angelis. Assistenti alla regia Brunella Giolivo, Michele Mele. Assistente volontaria Irene Di Lelio.

Cristina Capodaglio

Annunci

2 thoughts on “Natale in casa Cupiello. Roma.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...