il gallo di MEZZANOTTE

Hanno tutti ragione. Iaia Forte.


Dopo la pluripremiata Grande Bellezza Iaia Forte torna a lavorare con Paolo Sorrentino per Hanno tutti ragione in scena il 19 dicembre 2014 al  Teatro Concordia di san Benedetto del Tronto (Ap).

L’appuntamento – con pochissimi posti disponibili all’apertura della prevendita grazie all’accresciuto numero degli abbonati e alla partecipazione a teatro delle scuole superiori della città  – si annuncia il secondo tutto esaurito della stagione realizzata da AMAT e Comune con il contributo di MiBACT e Regione Marche e il sostegno di BIM Tronto.

iaia

In Hanno Tutti Ragione l’attrice veste i panni di Tony Pagoda, cantante napoletano all’apice della carriera nella New York degli anni ’50, mentre aspetta di tenere il concerto più importante della sua carriera, quello al Radio City Music Hall quando si esibirà davanti a Frank Sinatra.

«L’idea di mettere in scena il protagonista del romanzo di Paolo Sorrentino – dice Iaia Forte – mi è venuta per innamoramento. Avevo letto in pubblico due capitoli del libro in occasione del “Premio Letterario di Fiesole”, e il piacere di incarnare Tony Pagoda e di dare suono alla bellissima lingua del libro è stato tale, che mi ha fatto desiderare di farne uno spettacolo. Questo cantante cocainomane, disperato e vitale, è una creatura così oltre i generi che può essere, a mio avviso, incarnato anche da una donna. Mi piace immaginare che il ghigno gradasso di Pagoda nasconda un anima femminile, una “sperdutezza”, un anelito ad un “armonia perduta”. E poi, semplicemente, il teatro è, per fortuna, un luogo dove il naturalismo può essere bandito ed i limiti della realtà espandersi. Lo spettacolo è concepito come un concerto, in cui i pensieri del cantante nascono nell’emozione di esibirsi davanti a Frank Sinatra, al Radio City Music Hall. In una sorta di allucinazione del sentire provocatagli da alcool e cocaina, Pagoda, mentre canta, è attraversato da barlumi di memoria, illuminazioni di sé, “struggenze” d’amore, sarcastiche considerazioni partorite tra le note delle canzoni, dove la musica che accompagna la performance dialoga con le parole stesse usate come una partitura».

Cristina Capodaglio

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...