Cat Food/Travelling

Vacanze 2014. Appunti.


imagesIl golfo di Baratti non offre spiagge immacolate come la dirimpettaia Sardegna, bensì una cattedrale di pini odorosi e dispensatori di ombra. Aghi a terra sono un tappeto riparatore sotto il telo da mare. Residuo delle miniere, il ferro sotto i piedi è rovente.
Il mare aperto ha spinto le chiome dei pini verso l’entroterra. Legno forgiato da un ventoso architetto.

duomo-massa-marittimaMassa Marittima un incanto.
Campiglia Marittima un borgo che ha ritrovato la sua antica fierezza.
Piombino di sera: turistica, ben tenuta e con forte castello, ei fu difesa, come sbocco sul mare.
Ricorda Alghero?
La barcelloneta de’ noatri, ribattezzata Riviera del Corallo, ritrova stima con il vicino aeroporto. Ryanair aiuta sempre, che se ne dica o no!? Ferlilia spiaggia, il vicino ostello e la vita notturna sono appetibili for the young happy people.
Le mura del castello e gli innumerevoli ristorantini acchiappa turisti rendono lo scenario tipico ormai in tutti i borghi di mare. I fondi della comunità Europea e il connubio con la vicina Catalongna favoriscono la ristrutturazione.
Sardegna: calette a nord ovest: la Marinedda, Isola Rossa, Cala Sarraina, Costa Paradiso.
cala_corsara-500-0-257Mare da incanto, inutile ribadirlo.
L’interno arido e soleggiato, senza acqua, né piante. Dove esiste, la macchia mediterranea emana un profumo intenso, impensabile in continente. Il cielo è più luminoso, meno oppresso dalle luci della città.
Verso la Costa Smeralda ci accoglie la cala Corsara. Splendida.
All’interno ci arrampichiamo per due ore in salita per raggiungere il sito di Tiscali culminante con un lauto pranzo a base di salsiccia sarda, pane di patate, formaggio, pomodorini e vino del contadino. Spettacolare!
Il sito di santa Cristina è in mio ONORE.
I sardi. Un popolo. Isolani punto e basta. Aridi e spigolosi, chiusi come la loro terra. Frigorifero acceso all’ennesima potenza. Ichnusa come fosse acqua. Servita ben gelata in bottiglietta 20ml per evitare che si riscaldi il preziosissimo biondo contentuo.
Carne. Ancorati all’idea di speculare sul turista che ancora approda al meraviglioso mare.
Più di dieci giorni un continentale non regge.
Dovrebbero mescolarsi e lasciarsi andare. Non restare così attaccati ad una saudade centenaria e fuori discussione nel ventunesimo secolo. O no??
7012210911_05ce7c8899Le giovani donne sarde sono ancora l’archetipo delle matrone: mogli, madri, imprenditrici. Tuttavia mancano della stessa autentiaca stoffa delle loro antenate e sono imbastite di consumismo sfatto, non tutte sanno cucinare come la tradizione vuole. Si impossessano della casa come uniche tenutrici di un mondo che in continente fa sorridere. Povere illuse. Sono ancora nel limbo e prima che se ne accorgano il progresso tecnologico le avrà consunte.
La Sardegna regge solo dieci giorni di vacanza. Manca dell’amena bellezza toscana, tenutaria ahimé, del primato di essere la più famosa regione d’Italia e forse la più bella.

Cristina Capodaglio 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...