danza

Mana. Danza.


Oltre a Reshimo, lo spettacolo di inaugurazione del Festival, la Vertigo Dance Company ha presentato a Napoli lo scorso 8 giugno 2014 il riallestimento di una coreografia storica di Noa Wertheim, Mana, il cui debutto risale al 2009.

manaIn molte lingue della Melanesia e della Polinesia “mana” significa “forza sovrannaturale”. Fonte di ispirazione della coreografia è lo Zohar, o Libro dello Splendore, il principale scritto della tradizione cabalistica medievale che racconta la sublime bellezza delle caratteristiche metafisiche del creato.

A partire da questa fascinazione, Noa Wertheim si chiede cosa sia venuto prima, se il buio o la luce, e propone Mana come un viaggio filosofico e mistico tra questi due spazi opposti, dove il movimento stesso cerca di decodificare questa e molte altre dicotomie fisiche: linea e cerchio, maschile e femminile, interno ed esterno, libertà e prigionia.

Dopo Napoli, la Vertigo Dance Company volerà a New York per esibirsi per la prima volta al Lincoln Center e poi in Cina.

Cristina Capodaglio

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...