il gallo di MEZZANOTTE

Jane Birkin et Serge Gainsbourg – Une histoire de famille.


Jane et Serge – Une histoire de famille, per  ONO Arte a Bologna è una mostra in corso dal 30 aprile 2014.

Prosegue l’indagine di ONO Arte sui personaggi che hanno fatto la storia del costume e della musica nel XX secolo. 
Sono Jane Birkin e Serge Gainsbourg le due icone al centro della prossima retrospettiva di primavera di ONO Arte. 

??????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????Birkin e Gainsbourg in Francia non hanno bisogno di presentazioni ed evocano immediatamente un’epoca che ha decretato la liberazione nei costumi e nel modo di pensare per i Francesi. I mitici anni Sessanta e Settanta si concretizzarono per la Francia anche nell’incontro fatale tra Jane e Serge, e nel loro incredibile duetto nella canzone Je t’aime… moi non plus – canzone culto colma di riferimenti sessuali molto ben interpretati dai due – che ancora oggi – magari con un uso più sarcastico delle parole – impera in molti palinsesti televisi di tutto il mondo.

La Birkin, figlia di un magnate dell’industria del merletto del Nottinghamshire, intraprese una carriera come attrice che esplose con la partecipazione a Blow Up di Antognoni (vincitore della Palma d’Oro a Cannes nel 1967).
Arrivata in Francia nel 1968 per girare un film vi conobbe Gainsbourg, cantante, poeta, compositore, regista, attore e pittore. Dal sodalizio nacque anche una figlia, Charlotte Lucy Gainsbourg, considerata oggi una delle migliori attrici nel panorama francese ma anche in grado di vantare notevoli riconoscimenti internazionali.

Dopo una relazione durata un decennio l’inevitabile contatto con l’eccesso di Serge spinse la Kirbin al suicidio mancato nella Senna e poi tra le braccia di un altro uomo da cui ebbe un altro figlio. Serge, dopo aver contaminato la sua musica con i generi più importanti della tradizione, era pronto a contaminare la musica francese dall’esterno: andò quindi in Giamaica e ritornò con un disco carico di antinazionalismo che creò lo stile musicale freggae. Dopo un altro figlio da un’altra relazione, Serge si spense poco più che sessantenne già gravato nel fisico per gli eccessi d’alcool protratti negli anni.

La Birkin in seguito si rifece un’immagine solida come attrice di teatro e di musical, e diede anche il nome ad uno degli accessori di abbigliamento più quotati e richiesti dal mercato del lusso femminile: la Birkin bag, una borsa realizzata da Hermès che può costare tra i 6.000 e i 120.000 euro a seconda del tipo e della personalizzazione richiesta dalle facoltose clienti.

Cristina Capodaglio

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...