Teatro e dintorni

Visita al padre. Piccolo Teatro Studio Melato.


Roland Schimmelpfennig – un nome che a noi italiani suona come uno scioglilingua – è l’autore del momento. Nato nel 1967 a Gottinga, ha lavorato come giornalista e scrittore freelance a Istanbul; poi si è dato al teatro al Münchner Kammerspielen, alla Berliner Schaubühne, al Royal Court di Londra, alla Deutsches Schauspielhaus di Amburgo.

schimmelpfennig“Visita al padre” racconta la storia di un giovane, Peter, che vuole incontrare il padre mai conosciuto, da cui è stato concepito in una relazione occasionale e che pensava fosse morto. L’uomo, Heinrich, un intellettuale maturo che da anni lavora a una traduzione del “Paradiso perduto” di Milton, vive tra legami ambigui, circondato da sole donne: la moglie Edith, la figlia, la figlia di primo letto e la nipote della moglie, una professoressa che si reca a trovarlo portando con sé la propria figlia… Heinrich si innamora della giovane nipote. Edith è sedotta da Peter, di cui ignorava l’esistenza… Usando Cechov per raccontare una storia di oggi, Schimmelpfenning ragiona sul concetto di memoria, tra storia e cultura, e della mancata “eredità” nel rapporto fra due generazioni.
“In questo testo – spiega Rifici – ritrovo un tema che ho incontrato già nel teatro di Lars Norén, di Heiner Müller e di Botho Strauss: la constatazione di un passato rimosso, in Germania e in Europa. La mancata riflessione su un’eredità storica scomoda – nazismo, fascismo, e comunismo – ha pertanto impedito il passaggio dalla vecchia alla nuova generazione. Un mondo di padri senza cuore, incastrati in un sistema da cui non vogliono uscire, è posto sotto assedio da giovani privi di una storia, di un passato e di un’identità ma che, come Peter, coltivano un desiderio di vendetta fine a se stesso”.

Da vedere per conoscere uno dei drammaturghi più interessanti del teatro tedesco contemporaneo. Per la sensibilità con cui Carmelo Rifici mette in scena un tema così attuale come l’importanza e il ruolo della figura paterna nella società di oggi. Per l’intensa interpretazione di Massimo Popolizio.

Piccolo Teatro Studio Melato
dal 18 gennaio al 16 febbraio 2014
Visita al padre
di Roland Schimmelpfennig
traduzione Roberto Menin
regia Carmelo Rifici
scene Guido Buganza
costumi Margherita Baldoni luci Claudio De Pace
musiche a cura di Daniele D’Angelo
con Massimo Popolizio e Anna Bonaiuto
e con (in ordine alfabetico) Paola Bigatto, Caterina Carpio, Marco Foschi, Mariangela Granelli, Sara Putignano, Alice Torriani
produzione Piccolo Teatro di Milano – Teatro d’Europa

Cristina Capodaglio

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...