Teatro e dintorni

Oliver Twist a Genova.


Il  Teatro Duse di Genova ospita dal 4 all’ 8 dicembre 2013 il debutto di Oliver Twist, spettacolo che Emilia Marasco e Carla Peirolero hanno liberamente tratto dal romanzo di Charles Dickens.

twistProdotto da Chance Eventi, Suq Festival e Compagnia in collaborazione con il Teatro Stabile di Genova e con il Conservatorio Niccolò Paganini di Genova, Oliver Twist è interpretato da Enrico Campanati, Carla Peirolero e Roberta Alloisio; al loro fianco anima la scena il coro dei ragazzi della Bandaneo e del Formicaio con l’accompagnamento musicale dal “vivo” degli Studenti del Conservatorio Niccolò Paganini di Genova. Le musiche originali sono di Cesare Grossi, la direzione del coro dei bambini è di Marcello Liguori, scenografia e costumi di Laura Benzi, teatro d’ombre di Marta Antonucci e Daniela Cecchi, luci di Sandro Sussi.
Oliver Twist si presenta al pubblico del Duse in una nuova versione arricchita dalle partiture musicali eseguite dagli studenti del Conservatorio Niccolò Paganini di Genova. In scena accanto agli artisti della Compagnia del Suq, ventiquattro bambini di svariate provenienze (Senegal, Romania, Siria, Ecuador, Cina oltre che Italia) a moltiplicare, passandosi il “testimone”, il personaggio di Oliver Twist in tanti “Oliver” dei giorni nostri, mentre con lo stile che appartiene alla Compagnia del Suq, la narrazione si scompone in momenti musicali e racconti, dal canto al gioco per immagini del teatro d’ombre.

Nella riscrittura di Emilia Marasco e Carla Peirolero, prende vita un Oliver Twist multietnico, più che mai contemporaneo, che diverte e fa riflettere su quanto cammino debba essere ancora fatto per garantire a tutti i bambini quella infanzia “sazia, serena, allegra ed emotivamente ricca” che tanto stava a cuore allo scrittore inglese. In Oliver Twist Enrico Campanati si sdoppia nel ruolo di regista e interprete (non solo dell’avido e pericoloso Fagin, ma anche di tutti gli altri “cattivi” della vicenda), capace di alternare momenti drammatici e commoventi a siparietti di comicità; mentre Roberta Alloisio e Carla Peirolero, tra canto e recitazione, portano avanti la narrazione, affidata anche alle grandi ombre su parete realizzate ed animate da Marta Antonucci e Daniela Cecchi. Questo spettacolo sostiene la campagna Unicef Io come tu a favore dell’integrazione e contro il razzismo e le discriminazioni.

Cristina Capodaglio

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...