Teatro e dintorni

Medea. Piccolo Teatro Grassi. Milano.


Dopo il grande successo di “Anna Cappelli”  Maria Paiato si misura con un personaggio estremo e definitivo, ancora guidata dalla potenza rigorosa e visionaria di Pierpaolo Sepe. Lo spettacolo è in scena al Piccolo Teatro Grassi di Milano dallo scorso 17 ottobre sino al 3 novembre 2013.

medea maria paiato“Medea è tragedia che mostra le ragioni irragionevoli di una donna che ‘non sa frenare né l’ira né l’amore’”, spiega il regista, “che non accetta le leggi del tempo e degli altrui desideri e le ragioni colpevoli di un uomo che oblia in una azione pietosa il suo delitto primario: Giasone ha infranto i sacrosanti limiti del mondo alla ricerca del vello, Medea infrange i sacrosanti legami della maternità. Nell’impeto di un desiderio che strumentalizza l’altro in un atto permanentemente oltrenatura si spalanca il mondo contemporaneo del disumano”.
“È una ricerca cieca e folle che trascina Medea e Giasone oltre i limiti della quiete che preserva l’uomo dai suoi stessi baratri – prosegue Sepe -. Una ricerca senza meta e senza esito, che una volta innescata esige di ‘infrangere con la tua furia le sacrosante leggi dell’universo’. Una relazione che non può che darsi come massacro. Un dolore ingiusto e incolmabile di cui si è al contempo vittime e artefici, un dolore che esplode nel cuore dell’ira. Questa furia dolorante è Medea”.

La solitudine, il senso di non appartenenza e il disorientamento fanno di Medea, interpretata dalla grande Maria Paiato, un personaggio femminile complesso e di straordinaria modernità.

Medea di Seneca, traduzione e adattamento Francesca Manieri. Con Maria Paiato, Max Malatesta e con Orlando Cinque, Giulia Galiani, Diego Sepe. Regia Pierpaolo Sepe, scene Francesco Ghisu,
costumi Annapaola Brancia D’Apricena, luci Pasquale Mari, trucco Vincenzo Cucchiara, aiuto regia Luisa Corcione. Produzione Fondazione Salerno Contemporanea- Teatro Stabile d’Innovazione.

Cristina Capodaglio

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...