Parterre e asfalto

Un uomo qualunque.


A chiusura della stagione teatrale il  Teatro Piermarini di Matelica, nata dalla collaborazione tra Comune di Matelica ed AMAT con il contributo di Regione Marche e Ministero per i Beni e le Attività Culturali, ospita il 24 maggio 2013 Un uomo qualunque, scritto diretto e interpretato dal comico fermano Giorgio Montanini.

MontaniniLo spettacolo è l’ultimo appuntamento di “Teatro Made in Marche”, la rassegna di quattro spettacoli finalisti del primo concorso Teatro Made in Marche, nato su iniziativa di Regione Marche, AMAT, Comune di Matelica e Comune di Sassoferrato, con l’obiettivo di accrescere il sostegno alla distribuzione teatrale dei lavori degli artisti marchigiani oltre a essere un prezioso omaggio alla memoria di un indimenticato operatore marchigiano – recentemente scomparso – che ha raggiunto in carriera importanti risultati sulla scena nazionale.

«In un paese in cui tutti sembrano aver individuato la causa di tutti i mali nella tanto vituperata “casta” politica – scrive Montanini nelle note dello spettacolo – ci si può davvero considerare intonsi e privi di responsabilità? George Carlin diceva che la classe politica è il meglio che la nostra società possa esprimere, e se questo è il meglio che ci troviamo, ne siamo responsabili? Forse sì. Un uomo qualunque ha come filo conduttore l’ipocrisia umana, quella che ognuno di noi custodisce gelosamente e che ci permette di trovare sempre negli altri l’origine di ogni disagio. Partendo proprio dal tentativo di scardinare l’ipocrisia di fondo, questo monologo sarà un viaggio che farà tappa su tanti argomenti controversi: suffragio universale, capitalismo, ambientalismo, fede, prostituzione e social network riletti in una chiave personalissima».

Nato a Fermo nel 1977, Giorgio Montanini si laurea in Scienze della Comunicazione e coltiva la sua passione per il mondo dello spettacolo frequentando numerosi laboratori di improvvisazione teatrale e diplomandosi nel 2009 all’Accademia Cinematografica di recitazione e doppiaggio di Giovani Fiorani e Simone Cicconi. Attore, cabarettista e doppiatore passa con disinvoltura dal cinema alla fiction, dal teatro classico a quello brillante e comico. Attualmente è impegnato nel laboratorio Zelig ed è in tournée con vari spettacoli teatrali, tra cui Comedy, Il Bagaglione e Degustazioni postribolari. Per la televisione lavora nel lungometraggio Il fuoco nella testa di Stefano Mazzeo e nelle trasmissione Zona Cabaret. In radio conduce su Rai Radio 2 Ottovolante e su Radio Linea Mediterrones. Nel 2010 ha vinto “Cabaret amore mio”, l’oscar della creatività comica. Lo scorso 30 aprile ha debuttato in qualità di ospite fisso ed autore dei testi nel nuovo programma di Rai2 #Aggratis!.

In scena Montanini ama lo stile del classico stand up comedian americano: un attore, un microfono e nient’altro che la forza e l’efficacia della parola. Con lui si ride e si riflette sull’onda di una satira sferzante e coinvolgente, che tocca i nervi scoperti del nostro contraddittorio vivere quotidiano.

Cristina Capodaglio

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...