Teatro e dintorni

Bazar. Teatro Golden di Roma.


La Direzione della Casa di Reclusione di Rebibbia e la Direzione Nazionale dell’Aics in collaborazione con la Società Format presentano la Compagnia Stabile Assai della Casa di Reclusione di Rebibbia con lo spettacolo Bazar, al Teatro Golden di Roma dall’ 8 all’11 maggio 2013.

Per la Compagnia Stabile Assai, fondata da Antonio Turco, autore dei testi e direttore artistico, Bazar è un’opera nuova, diversa. Una delle opere più importanti e rivoluzionarie mai messe in scena. È una storia dove legami oscuri, tormenti, colpe e segreti si mescolano. Un luogo dove s’intrecciano i destini degli uomini e degli attori.

Bazar è uno spettacolo moderno che esplora con lucidità i lati, anche quelli più oscuri, della personalità di ogni suo personaggio, in bilico tra realtà e sogno, mistero e simbolismo, ragione e follia, verità e menzogna.

Bazar è il “posto” dei ricordi che prendono forma attraverso un oggetto metaforico. Così: una lampada, una batteria, una pistola, un libro contabile o una maglietta, saranno per Cosimo, Renzo, Giovanni, Salvo, Aniello e Massimo momenti di riflessione su come certe storie potevano o dovevano andare diversamente.

Bazar è anche lo “spazio” in cui una delle più intense forze motrici che spinge l’individuo ad agire e incamminarsi verso il cambiamento è la sensazione di dissonanza emotiva che egli avverte tra la propria dimensione interiore e il mondo circostante: una sorta di prigionia che lo lega alla sua terra che non sente più sua. Alla fine, sarà una tenda a nascondere il futuro dove, forse, le cose cambieranno.

La Compagnia Stabile Assai è il più antico gruppo teatrale penitenziario italiano. Ha esordito nel 1982 al Festival di Spoleto. È l’unica Compagnia che mette in scena testi inediti scritti dagli operatori e dai detenuti sulle principali tematiche del disagio sociale. Ha vinto nel 2007 la Palma dell’Eccellenza del Premio Cardarelli, nel 2011 ha vinto l’importante “Premio TROISI” e lo scorso anno ha ottenuto la Medaglia d’oro del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.

Gli autori:Antonio Turco è il fondatore della Compagnia. Ha scritto, insieme a Renzo Danesi, “Roma la capitale”, dedicato alla vera storia della Banda della Magliana, insieme a Francesco Rallo e Gaetano Campo “Alle due i monaci tornano in convento”, dedicato alla strage di Capaci. Cosimo Rega è il coprotagonista di “Cesare deve morire” il film dei fratelli Taviani che ha vinto l’Orso d’oro a Berlino. Ha vinto un David di Donatello. Sandra Vitolo è la psicoterapeuta del carcere, coautrice di molti testi della Compagnia in cui milita da anni.

Durante lo spettacolo sono presenti due scene riadattate da “e…”, un precedente spettacolo della Compagnia scritto e diretto da Antonio Lauritano, e un riadattamento di “calapranzi” da un’opera di Harold Pinter.

arcuriGli attori: Cosimo Rega e Giovanni Arcuri interpreti principali di Cesare deve morire dei fratelli Taviani, vincitori dell’Orso d’oro di Berlino e David di Donatello); Salvi Buccafusca (autore di saggi e responsabile della scenografia); Massimo Tata (nella compagnia dal 1997 e vincitore del premio Troisi); Lello Gallo (fa parte della compagnia dal 1999. È stato protagonista di molti spettacoli e vincitore del Premio Troisi e della Medaglia d’oro del Capo dello Stato); Francesco Carusone (coprotagonista di Cesare deve morire); Francesco Rallo (nella Compagnia dal 2010), Massimiliano Anania (attore e voce della Compagnia dal 2005, vincitore del Premio Troisi); Tonino Farinelli (attore e componente della Compagnia dal 2003); Valter Gobbetti (attore e componente della Compagnia dal 1999); Renzo Danesi (attore, co-autore di “Roma, la capitale”, lo spettacolo dedicato alla Banda della Magliana), Aniello Falanga (attore con una lunga esperienza teatrale alle spalle).

Recitano inoltre da molti anni nella Compagnia: Patrizia Spagnoli (teatroterapeuta responsabile della compagnia della casa di reclusione di Spoleto); Angelo Ait (avvocato), Rocoo Duca (unico agente di polizia penitenziaria italiana che recita con i detenuti); Silvia Morganti (attrice teatrale professionista); Patrizia Patrizi (docente universitaria).

I Musicisti: Paolo Petrilli (tastiera, ha collaborato con Gabriella Ferri, Franco Califano e Pupi Avati), Roberto Turco (contrabasso, è stato l’ultimo bassista di Rino Gaetano), Lucio Turco (batteria, uno dei più noti jazzisti italiani, ha collaborato con Massimo Urbani, Danilo Rea, Steve Grossman e molti altri musicisti americani), Gina Fabiani (cantante, vincitrice del premio Ciampi e finalista del premio Tenco).

Si esibiranno, inoltre, i ballerini Gaia Lacqua e Gianluca Gallinari.

Cristina Capodaglio

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...