Parole di Marca/Parterre e asfalto

Mandragola di Machiavelli da Ugo Chiti.


Il Teatro La Nuova Fenice di Osimo, Ancona ospita il 16 marzo 2013  Mandragola, da La mandragola di Niccolò Machiavelli, interpretata da Giuliana Colzi, Andrea Costagli, Dimitri Frosali, Massimo Salvianti, Lucia Socci, Lorenzo Carmagnini, Giulia Rupi, Paolo Ciotti per Arca Azzurra Teatro, storica compagnia di Ugo Chiti che firma regia e adattamento del testo.  Lo spettacolo è inserito nel cartellone realizzato da Comune e A.S.S.O. insieme ad AMAT/Associazione Marchigiana Attività Teatrali e con il contributo del Ministero Beni e Attività Culturali e della Regione Marche.

mandragola(1)«Ci sono appuntamenti che si possono rinviare a lungo – scrive Ugo Chiti nella nota di presentazione –  che si può per anni far finta di non dover onorare, ma arriva prima o poi il momento che quell’incontro diventa irrinunciabile e ti si presenta con l’urgenza che merita, come una necessità, un passo irrimandabile. Questa è stata per noi La mandragola di Niccolò Machiavelli, un incontro che si sapeva di non poter eludere eppure sempre ritardato, sempre spostato più in là nel tempo. La beffa che porta Callimaco nel letto della bella Lucrezia, approfittando della dabbenaggine dell’anziano marito di lei messer Nicia, con l’aiuto del mezzano Ligurio, e del cinismo di fra’ Timoteo, era da moltissimi anni nei piani della compagnia».

Accanto alle tante drammaturgie originali di Chiti in 25 anni e passa anni, drammaturgie  che hanno ritratto alcuni dei momenti più importanti della storia popolare del nostro paese e dell’immaginario della sua si sono sempre alternate nel lavoro di Arca Azzurra storie tratte dalla grande letteratura toscana, dal Decamerone alla Clizia, dalle storie di inizio ‘900 ispirate ai racconti di Lucignani a La cena delle beffe di Sem Benelli. «Operazioni – precisa Chiti – che con estremo rispetto dei capolavori originali hanno voluto restituirne una lettura non scontata e di maniera, privilegiando magari uno spunto minore, una suggestione particolare, un’emozione suggerita da una lettura eccentrica e non proprio ortodossa. Nel progetto Mandragola i grandi personaggi di Machiavelli i cui caratteri si ritrovano in molte tra le commedie dei grandi autori delle epoche successive, sono lo spunto per una nuova e appassionata immersione della compagnia e del suo autore e regista nelle straordinarie storie che hanno fatto grande la nostra letteratura».

Cristina Capodaglio

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...