Teatro e dintorni

ART. Firenze Teatro Verdi.


Yasmina Reza ha conquistato il pubblico italiano più o meno colto, con i suoi testi che sollevano domande e non danno risposte. Le sue drammaturgie hanno ricevuto diversi premi e sono state tradotte in molte lingue, segno che la sua capacità di arrivare ad un pubblico non troppo impegnato, ma nemmeno orfano di cultura, riesce a colpire il giusto segno e ad affollare i botteghini.

Art Teatro Verdi Firenze. paroleacapo.comArt è un testo teatrale scritto nel 1994 e ormai in replica in Italia da alcuni anni, con il suo trio di attori bravi e conosciuti al grande pubblico, adatti a far entrare lo spettatore del complesso mondo dell’amicizia-complice maschile. Elemento protagonista e motivo di discussione è l’arte, rappresentata da un inqualificabile “quadro bianco” sufficiente a mettere in bilico-momentaneo la tenuta del rapporto fra i tre uomini, Marc, Serge, Yvan, i quali credono di vedere cose diverse, o addirittura nulla! I tre amici sono differenti fra loro: Marc è un personaggio cinico interpretato da Gigio Alberti, uomo dalle idee molto chiare e che crede di avere sempre ragione; Serge, Alessio Boni, è l’acquirente del quadro, un dermatologo abbastanza ricco da spendere duecentomila euro per il quadro! Infine c’è Yvan, ovvero Alessandro Haber, ironico e bravo come sempre nel rappresentare il personaggio “meno furbo”, sornione, destinato ad essere zittito ad ogni commento dagli altri due “sapientoni”. Fra scontri, litigi e massacri reciproci, il pubblico ride, si diverte e si domanda se alla fine essere veramente sinceri sia utile nell’ambito dell’amicizia. Il finale arriva e riporta tutto al punto iniziale: rinsaldata l’amicizia Marc e Serge ritroveranno l’esclusiva alleanza e Yvan continuerà la sua solitaria vita.

La regia è di Giampiero Solari e la traduzione di Alessandra Serra. Scenografia di Gianni Carluccio.

Spettacolo che sinora ha registrato applausi in tutta Italia.

In scena dal 7 al 10 marzo 2013 Teatro Verdi di Firenze.

Cristina Capodaglio

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...